IT-King-Sperling & Kupfer

IT

di

IT, di Stephen King
Sperling & Kupfer, Edizione attuale: giugno 2017, Traduzione di Tullio Dobner.
ISBN: 978-8820062903

Terza e ultima tappa della mia lunga estate horror. Mentre scrivo, le prime piogge torrenziali abbassano le temperature roventi che abbiamo sopportato negli ultimi mesi e, per inquietante coincidenza, fanno da quasi da specchio alle prime, terrificanti pagine di un classico del genere. Una strada allagata, una barchetta di carta che scivola allegra sull’acqua, e un bambino in impermeabile giallo che la rincorre sotto la pioggia: una scenetta familiare e inoffensiva, ma che molti amanti del genere hanno impresso a fuoco nella memoria. Non so voi, ma io ancora oggi guardo i tombini con una certa apprensione.

La vendetta del diavolo

di

La vendetta del diavolo, Joe Hill 
Sperling & Kupfer, marzo 2012, traduzione di C. Cappi, ISBN: 978-8820051471

Seconda tappa per questa maratona horror estiva. L’autore di questo libro è diventato negli ultimi anni uno dei miei preferiti per il genere. Joe Hill, all’anagrafe Joseph Hill King, scrive racconti, romanzi e sceneggia fumetti – come l’acclamato Locke & Key, edito in Italia da Magic Press – di ispirazione lovecraftiana.

Loney

di

Loney, Andrew Michael Hurley 
Bompiani, 2016, trad. di V. Vega, ISBN: 978-8845281174

L’estate, si sa, è la stagione dell’horror. Per ragioni “antropologiche”, se vogliamo; in estate si sta fuori più a lungo e più volentieri, si va alla ricerca di emozioni forti. È una sorta di compulsione: chi non ha qualche ricordo di lunghe notti estive, passate a raccontarsi con gli amici le peggiori storie di fantasmi del proprio repertorio, alla ricerca di quel morboso – ma ammettiamolo, piacevole – brivido?

Santoni_La stanza profonda_Laterza

La stanza profonda

di

La stanza profonda, Vanni Santoni
Laterza, marzo 2017, ISBN: 9788858127377

Arriva un terzo bimbo, vestito, come gli altri, di un “povero” che non c’era ai tuoi tempi, ché insomma, qualcuno quelli messi peggio li aiutava, e poi la maglietta di mercato o il calzoncino di un cugino fattosi più grande toccavano a tutti e anche il povero vero staccava meno. Questi fanno pure giochi che neanche voi ai tempi, ora hanno legato il nastro di plastica a un cerchio di latta trovato chissà dove e lo fanno vorticare. Giochi da bimbi di Bruegel, da Medioevo.
la-ragazza-che-sapeva-troppo_NEWTON_COMPTON_CAREY

La ragazza che sapeva troppo

di

La ragazza che sapeva troppo, M.R. Carey 
Newton Compton Editore, 2015, traduzione di  Moro, Perugini e Rodotà, ISBN: 978-8822709165

Esiste una categoria di libri – e in generale di qualsiasi media – la cui unica funzione è quella di intrattenere il pubblico e di far passare qualche ora immersi in un mondo separato dalla realtà di tutti giorni. Una funzione spesso vituperata nel mondo letterario, per cui la scrittura deve essere arte, far pensare a tutti i costi, ma di cui difendo e difenderò sempre l’importanza. Certe volte abbiamo bisogno di spegnere un po’ il cervello. Ecco, La ragazza che sapeva troppo fa parte proprio di questa categoria, e svolge la sua funzione egregiamente.

American Gods - Mondadori- Gaiman

American Gods

di

American Gods, Neil Gaiman
Mondadori, 2014, traduzione di Katia Bagnoli, prima ed.: giugno 2002 (strade blu), ISBN: 978-8804672371

Dopo mesi (anni?) di aggiornamenti, ritrattazioni, news varie sparse sul web e dintorni, la STARZ, casa di produzione e canale via cavo americano, ha finalmente annunciato la messa in onda della serie TV di American Gods, per il 30 aprile 2017 (in Italia trasmesso dalla piattaforma streaming di Amazon).

Fato e furia - Bompiani - Groff

Fato e furia

di

Fato e furia, Lauren Groff
Bompiani, ottobre 2016, traduzione di Tommaso Pincio, ISBN: 9788845282768

La quarta di copertina di Fato e furia ci informa, a onor del vero senza troppo compiacimento, di come nientemeno che Barack Obama, ormai ex presidente degli Stati Uniti, l’abbia nominato miglior libro dell’anno (2015, per l’edizione americana). Se sia vero non saprei, non potendo vantare di aver letto l’intera produzione nordamericana di quell’anno; di certo posso affermare che Lauren Groff ha dato alla luce un romanzo magari non per tutti, ma con la stoffa del classico.

Tutto quello che non ricordo - Iperborea - Khemiri

Tutto quello che non ricordo

di

Tutto quello che non ricordo, Jonas Hassen Khemiri
Iperborea, gennaio 2017, traduzione di Alessandro Bassini, pp. 352, ISBN 9788870914733

Vorrei poter dire di averlo scelto per i temi che tratta, attualissimi, come l’immigrazione, l’integrazione, il senso di identità delle seconde generazioni; suppongo che questo farebbe di me un lettore diverso da quello che sono, forse più consapevole, più “politico”. La verità è che mi sono resa conto, già leggendo l’incipit, che il libro che avevo per le mani parla in realtà di tutt’altro, ovvero proprio di verità.

Oh, Boy! - Mural - Giunti

Oh, Boy!

di

Oh, Boy! di Marie-Aude Murail
Giunti editore; Traduzione di Federica Angelini; ISBN: 9788809780200

Oh, boy! prova che è possibile trattare di argomenti “adulti”, di norma pensati come troppo lugubri o complessi per le delicate menti dei nostri figli: è la storia di tre fratelli rimasti orfani di madre, abbandonati dal padre, in cerca di una famiglia che si occupi di loro. Nonostante questa premessa strappalacrime, Murail scrive con grazia, ironia, e senza scadere in pedante didascalismo o nello zuccheroso pietismo che credo molti si aspettino nella scrittura per ragazzi (forse a causa di ricordi di scuola non sempre felici…).

L'amica geniale - Ferrante - Edizioni e/o

L’amica geniale

di

L’amica geniale (volume primo), Elena Ferrante
Edizioni e/o, prima ed. ottobre 2011 – diciassettesima ristampa marzo 2015, Collana: Dal Mondo,
ISBN: 9788866320326

La verità, però, è che, mentre leggevo il libro, di chi fosse o cosa facesse Elena Ferrante non mi importava assolutamente nulla. Leggere L’amica geniale ha spazzato via ogni preconcetto che mi ero creata assistendo alle polemiche intorno all’autrice e ai suoi scritti.