Come? Cosa?

di

Come? Cosa? di Fabian Negrin
Orecchio Acerbo, 2016, ISBN: 9788899064266

Cos’è il vento? Ma soprattutto, come poter spiegare ad un bambino la sua entità? Il dizionario non sembra dare molte spiegazioni:

vento
vèn·to/

sostantivo maschile
1.Movimento orizzontale dell’aria rispetto alla terra, determinato da differenze di pressione atmosferica tra aree geografiche adiacenti; ne sono caratteri distintivi l’intensità o forza ( v. leggeroforteteso, ecc.), la direzione ( v. di tramontanadi ponentedi scirocco, ecc.), e l’andamento nel tempo ( v. regolareperiodico )

Questo albo illustrato di Fabian Negrin, invece, riesce a ricrearlo attraverso i disegni e le parole. Il vento, questa essenza invisibile così difficile da spiegare, ma così presente ogni giorno sulla Terra; il vento che crea scompiglio nella vita e nel racconto stesso.

Ehi, cosa vuoi mangiare stasera?

Una semplice frase urlata da una mamma al proprio marito al largo su una nave provoca infatti un turbinio di fraintendimenti ed avventure in giro per il mondo.

come cosa-negrin-orecchio acerbo

L’elemento di disturbo (il vento appunto) distorce le parole – purè di patate – facendo sì che il figlio della coppia incominci un viaggio alla ricerca di queste cene un po’ particolari ed esotiche. Un telefono senza fili tra vele ammainate, balene marinate e, perché no, bambole invecchiate; una lunga carrellata di personaggi con in comune una sola cosa: i capelli mossi dal vento.

In un’intervista, l’autore invita inoltre a soffermarsi sulla difficoltà di comunicazione tra il mondo dei bambini e quello degli adulti. Per avere quello che vuole, il piccolo protagonista deve infatti affidarsi al caso: come la vita, il percorso è governato da equivoci e fraintendimenti scaturiti dall’incapacità degli adulti di ascoltarsi e di prestare attenzione.

L’unione fa la forza: la forza linguistica delle parole in rima e quella delle tavole dove sembra possibile riuscire a toccare questo vento sferzante.

Un albo divertente ed allegro: alla fine di ogni pagina non vedrete l’ora di andare a quella successiva per scoprire in quale luogo vi porterà questa catena di nonsense.

Un libro che catturerà l’attenzione dei bambini che potranno perdersi nelle tavole sapientemente colorate e piene di particolari; grande spazio è lasciato all’immaginazione: perché non continuare, infatti, questo gioco di rime prima di cena? Sicuramente i piccoli lettori – se ascoltati dai propri genitori – riusciranno a farsi (e farvi!) trasportare “dal vento” in posti ancora più fantastici!

Puoi acquistare Come? Cosa? qui.

Cecilia Fabbri

Cecilia Fabbri

Nata nel 1989 a Bologna, cresciuta nella campagna bolognese tra libri, musica, gatti e dipinti, circondata da un ambiente artistico e vivace, da sempre appassionata del passato si laurea prima in Storia e poi in Archeologia. Dopo diverse esperienze come bibliotecaria, archeologa e stagista in una casa editrice bolognese, al momento, oltre ad organizzare laboratori storici per bambini, è impegnata in un progetto del Servizio Civile Nazionale dedicato in attività di promozione culturale.
Cecilia Fabbri

Latest posts by Cecilia Fabbri (see all)